Skip links

Gasparrini Massimiliano e Fumarola Stefania

Gasparrini Massimiliano e Fumarola Stefania

SKU: 1306584 - 11/22

Description

Data del viaggio di nozze: 14/11/2022

Destinazione: Dubai e Malé


DUBAI

Dubai è una città ideale per trascorrere una vacanza al mare in qualsiasi periodo dell’anno. La città sorge nel Deserto Arabico e da ottobre a maggio, nei mesi invernali, offre un clima mite tra i 20°C e i 35°C, perfetto per godersi il sole e le innumerevoli attrazioni che rendono il viaggio un’esperienza indimenticabile.
Arrivati in città, al primo sguardo, si rimane colpiti dai grattacieli che sembrano sfiorare il cielo ma, man mano, si scoprono anche quartieri più tradizionali oltre a incredibili isole artificiali che si affacciano sul bel litorale del Golfo Persico. In tutto l’Emirato, hotel e residence offrono un’ospitalità lussuosa e viste spettacolari sulla vivace città cosmopolita o direttamente sul mare cristallino.
Le spiagge a Dubai
Le belle spiagge di sabbia dorata, sono sia private che pubbliche come la Kite Beach dove si recano gli appassionati di kitesurf, perfetta anche per tutti gli sport acquatici. Molti anche i beach club appartati in aree private lungo la spiaggia, come il Cove Beach dall’ambiente raccolto nei pressi del Burj Al Arab, dal quale si gode peraltro un’ampia vista panoramica. La costa che si affaccia lungo il Jumeirah Beach Residence è un’altra spiaggia pubblica dove si alternano ombrelloni, ristoranti all’aperto e mercatini. Da visitare anche le spiagge di Palm Jumeirah e il lungomare, frequentato e pieno di vita con tanti locali dove assaporare piatti tipici o internazionali.
Tra ospitalità, spiagge, mare e varietà gastronomiche la città offre una scelta davvero ampia e di qualità. Dopo aver dedicato tempo alla vita da spiaggia, le cose da fare a Dubai nel tempo libero sono davvero tante e imperdibili a partire dal Burj Khalifa al Palm Jumeirah.

Il Burj Khalifa
Si possono ammirare alcuni degli edifici più alti del mondo come il Burj Khalifa che, dall’alto dei suoi 828 metri domina lo skyline di Dubai.
Al suo interno ospita, uffici, abitazioni private, l’Armani Hotel e l’At the Top un punto di osservazione al 124° piano e la piattaforma da record al 148° l’At The Top Sky Longe, ultra-panoramica. Per chi desidera mangiare tra le nuvole al Burj Khalifa si può fermare al 122° per gustare piatti ammirando un vertiginoso panorama.
Qui si può inoltre fare shopping nel Dubai Mall, proprio ai piedi del Burj Khalifa, che ospita 1.200 negozi, l’Acquario di Dubai e la pista di pattinaggio Dubai Ice Rink, per abbinare così allo shopping anche il divertimento. Di notte, ai piedi del Burj Khalifa, si può godere lo spettacolo della Dubai Fountain, un sistema di fontane danzanti con getti d’acqua colorati e illuminati a tempo di musica.
Shopping a Dubai
I centri commerciali in città sono quasi un centinaio e tra i più particolari ci sono: Ibn BattutaMall of the EmiratesWafi Mall, Burjuman Centre, Dubai Marina Mall o il boulevard all’aperto The Beach.
Uno shopping più rilassante lo offre invece il Mercato Shopping Mall, un centro commerciale ispirato al Rinascimento italiano con acciottolati, piazze e oltre cento negozi. Piazze aperte e strade in stile londinese ricche di boutique si trovano invece nella City Walk, tra Downtown e Jumeirah Beach, dove si può fare shopping in stile europeo con una bella vista sul Burj Khalifa. Ispirato all’Italia è invece il Mercato Mall, in stile Rinascimentale, con negozi, pasticcerie, panetterie e bar.
Dubai stupisce anche per i suoi quartieri storici e i suoi dintorni incantevoli
Per scoprire l’antica Dubai bisogna invece fare un salto a Al Fahidi dove si trova l’area di Bur Dubai, uno dei siti più antichi della città con quartieri storici che risalgono ai primi del Novecento con giardini, vicoli stretti e le tradizionali torri del vento. Gli amanti dell’arte possono recarsi al quartiere di Alserkal ad Al Quoz che offre eventi d’arte eclettici, pop-up store e ristoranti, gallerie d’arte e un teatro.
Situata nel cuore del quartiere cosmopolita di Downtown Dubai, l’Opera di Dubai, progettata dall’architetto danese Janus Rostock, ospita grandi nomi della lirica, danza, teatro e musica classica. Cultura e storia dell’Emirato si possono inoltre approfondire con una visita all’Heritage Village e al Museo di Dubai, all’interno dello storico Forte Al Fahidi.

MALE’ – MALDIVE

Malé, capitale Maldive

La capitale delle Maldive si chiama Malé ed è la sede del potere esecutivo, legislativo e giudiziario delle Maldive. La città di Malé è anche la capitale finanziaria e commerciale del Paese. Di conseguenza i principali uffici governativi, le banche e le imprese si trovano qui. Malé è una delle città più densamente popolate del mondo (su 2 kmq vivono circa 75 mila persone), ospita locali e una folta comunità di stranieri ed è particolare perché è l’unica al mondo ad occupare un’intera isola. In questa capitale che galleggia nel mezzo dell’Oceano Indiano, risiede l’aeroporto internazionale, è scalo obbligato per chi arriva nell’arcipelago.

Quando si arriva alle Malé e l’aereo si prepara all’atterraggio le prime cose che si vedono sono un insieme di atolli a forma di cerchi irregolari, adagiati su un mare cristallino che lasciano trasparire fondali ricchi di vita. Si ammira un’enorme distesa d’acqua sconosciuta e misteriosa e tutto d’un tratto appare Malé, la Capitale, ricca di palazzi e grattacieli che ricoprono l’isola fino a lambire il mare.

Il governo delle Maldive, oltre ad aver portato a 45 metri il limite d’altezza degli edifici, ha avviato la costruzione e bonifica di isole satellite alla capitale, in grado di ospitare migliaia di abitanti ed i servizi essenziali. Sta infatti nascendo una seconda Malé a nord dell’aeroporto internazionale, da qui il nome di Hulhumalé per alleviare la congestione della capitale.
Con la stessa opera di “bonifica”, già in passato sono state realizzate intorno a Malé, addirittura delle isole satellite destinate a deposito di rifiuti e petrolio.

Visitare Malé e cosa vedere nella capitale delle Maldive

  • Grande Moschea del Venerdì: l’imponente cupola dorata della Grande Moschea del Venerdì che domina lo skyline di Malé, è diventata un vero e proprio simbolo della città. È la moschea più grande del paese.
  • Boduthakurufaanu Magu: è la strada litoranea che tutti i visitatori percorreranno perché qui si trona la stazione dei dhoni che arrivano dall’aeroporto e ci sono i pontili dove attraccano le imbarcazioni provenienti dai resort vicini.
  • Hokuru Miskiiy (antica Moschea del Venerdi): è la moschea più antica del Paese. Si tratta di una imponente struttura realizzata in pietra corallina sulla quale sono incise decorazioni e versetti del Corano.
  • Jumhooree Maidhaan: passeggiando sulla litoranea Boduthakurufaanu Magu si arriva alla piazza principale di Malé, riconoscibile dall’alta bandiera della della Repubblica Maldiviana che sventola. Qui risiedono tutti gli edifici governativi ed il quartier generale della guardia nazionale (al quale non è ammesso fare foto).
  • Mercato del pesce: uno spettacolo da non perdere dove è caratteristico vedere il gran viavai dei pescatori portare il pescato del giorno (soprattutto tonni) per venderlo sui banchi, dal vicino porto.
  • Mercato della frutta: a poca distanza dal mercato del pesce, sorge quello ortofrutticolo con cocchi, banane, foglie di betel e molto altro. L’affollato mercato incarna lo spirito più autentico delle Maldive dove la gente arriva da tutto il Paese per vendere e acquistare frutta e ortaggi.
  • Mulee-Aage Palazzo Presidenziale: è un palazzo costruito nel XX secolo come residenza presidenziale. Non fu sempre utilizzato come residenza, ma ospitò anche uffici governativi.
  • Museo Nazionale: il National Museum realizzato grazie al contributo della Cina non spicca in quanto a raffinatezza ed estetica. Tuttavia ospita un’eccellente collezione di reperti che narrano la storia di queste isole remote.
  • Whale Submarine: attrazione ideale per chi non soffre di claustofobia e fra poco capirete il perché. Si tratta di un sommergibile (adatto anche a famiglie con bambini superiori ai 3 anni) che offre ai passeggeri la possibilità di ammirare i fondali marini e i pesci, fino ad una profondità di 35 metri.
  • Tomba di Mohammed Thakurufaanu: l’uomo che nel XVI secolo liberò le Maldive dai portoghesi.
  • National Art Gallery: all’interno del National Art Gallery sorgono la National Library (biblioteca nazionale) e diversi centri culturali. La struttura è adibita a spazio espositivo dedicato all’arte maldiviana.
  • Artificial Beach: il lungomare orientale di Malé funge da centro ricreativo della capitale. Qui sorge una piccola e graziosa spiaggia artificiale con numerosi caffè e fast food.
  • Monumento al tetrapode:riproduzione gigante dei frangiflutti che impedirono allo tsunami del 26 dicembre del 2004 di distruggere la città. I tetrapodi infatti sono blocchi di cemento lunghi circa 1 metro che sono collocati uno accanto all’altro in file e strati fino a formare barriere alte alcuni metri. I tetrapodi presentano fenditure che permettono il passaggio di acqua marina, ma proteggono le rive dal mare in burrasca. Queste strutture sono così care ai maldiviani, che esiste anche il monumento

Grande moschea del venerdì, Malé

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “Gasparrini Massimiliano e Fumarola Stefania”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This website uses cookies to improve your web experience.